Compartimento di Napoli

Incidenza percentuale delle tecniche di pesca nel compartimento marittimo di Napoli

Incidenza percentuale

Numero di imbarcazioni principali censite nei porti del compartimento di Napoli

Numero di imbarcazioni

Inquadramento geografico Compartimento Marittimo di Napoli

Il compartimento marittimo di Napoli si estende dalla foce del fiume Garigliano a Napoli comprendendo le isole del Golfo, si suddivide in 12 uffici marittimi.
Le aree principali sono: il litorale Domizio Flegreo (tra la foce del Garigliano e Capo Miseno), il Golfo di Pozzuoli (tra Capo Miseno e Capo Posillipo), nonché le isole di Ischia e Procida.
L'allineamento fra terraferma e isole flegree (Campi Flegrei-Procida-Ischia) rappresenta un divisorio fisiografico, oltre che geografico, tra il Golfo di Gaeta a Nord e il Golfo di Napoli a Sud, dove la piattaforma continentale ha ampiezza compresa fra circa 2,5 km, al largo del settore occidentale dell' Isola di Capri, e 10-15 km circa, al largo della costa di Sorrento.
In linea generale in tutti i compartimenti della regione campana, la piccola pesca è il segmento maggiormente rappresentato. Nello specifico il compartimento di Napoli è caratterizzato dalla presenza preponderante delle draghe meccaniche, concentrate per la maggior parte nella marineria di Castelvolturno e a seguire in quella di Pozzuoli (litorale Domizio). Napoli è il solo compartimento della Campania in cui è presente questo attrezzo da pesca.

Per la circuizione più della metà delle imbarcazioni sono concentrate nel compartimento marittimo di Napoli, con presenze significative nelle marinerie di Napoli, Pozzuoli, Procida, Torre Annunziata e Salerno in altri compartimenti.
Lo strascico rappresenta il 2.1% della flotta compartimentale ed il circa il 17% dello strascico regionale. Le imbarcazioni a strascico sono presenti negli uffici marittimi di Procida, Pozzuoli, Napoli, Casamicciola e Torre Gaveta.
In termini di stazza e di potenza motore, le imbarcazioni iscritte presso l'ufficio marittimo di Napoli rappresentano da sole circa il 60% dei GT ed il 35% dei kW dell'intero compartimento. Le specie commerciali pescate nell'area sono sardina (Sardina pilchardus), acciuga (Engraulis encrasicolus), sgombri (Scomber spp.) nasello (Merluccius merluccius), gambero rosa (Parapenaeus longirostris), gambero rosso (Aristaeomorpha foliacea), triglia di fango (Mullus barbatus), molluschi cefalopodi (Loligo vulgaris Illex coindetii; Sepia officinalis, Octopus vulgaris).

Area di pesca

Area di pesca

Area del litorale Domizio (da Baia Domiziana a Procida: 1 - 3)

1 Zona di pesca
Attrezzo maggiormente utilizzato: strascico demersale
Specie target: gambero rosso, triglia, nasello

2 Zona di pesca
Attrezzo maggiormente utilizzato: circuizione
Specie target: pesce azzurro

3 Zona di pesca
Attrezzo maggiormente utilizzato: nasse, reti da posta, draghe idrauliche
Specie target: polpi, seppie, molluschi bivalvi

4 Golfo di Pozzuoli
Attrezzo maggiormente utilizzato: reti da posta
Specie target: nasello, sogliole, saraghi, molluschi cefalopodi

Scarica la scheda completa